IL MANUALE DEL LAVORATORE

CONDIVIDI

Dopo circa 23 anni di carriera nel settore elettrico, mi sento di poter dare qualche consiglio, non solo su come collegare dei fili ma anche sul mondo del lavoro!


Chi mi conosce, sa quanto io pratichi con grande passione il mio lavoro!


Credo che nel mondo del lavoro sia fondamentale capire la psicologia che si nasconde dietro i rapporti con colleghi, datori di lavoro e collaboratori.


Quando ti svegli la mattina, a cosa pensi? Pensi che la vita sia stata ingiusta con te? Pensi che avresti dovuto nascere con 1.000.000.000 di euro sul conto?
Si? Allora probabilmente hai sbagliato lavoro, oppure non utilizzi l’approccio giusto al lavoro..


Per tutti è un sacrificio alzarsi la mattina presto, ma se cambi atteggiamento sono sicuro che la giornata comincerà in un modo migliore !


Soprattutto parlo ai giovani che si affacciano al mondo del lavoro, ma questo discorso va benissimo anche per le persone con già qualche stagione alle spalle..

LAVORA PER TE STESSO

Troppe volte ho trovato persone che si lamentano di continuo del proprio datore di lavoro.

Non puoi lamentarti del tuo datore di lavoro perchè gira con la bella macchina o perchè ha una bella casa..
Oppure molti si lamentano di quanto sia basso il loro stipendio!


Il mio approccio al lavoro è sempre stato come una crescita personale, una sorta di percorso.


La mia filosofia è sempre stata lavorare per me stesso e poi di conseguenza sono sempre stato pagato, ogni lavoro che faccio mi permette di crescere e di essere più completo!


Se lavori solo perchè il tuo datore di lavoro ti paga, non riuscirai mai a sentirti realizzato e libero di fare un lavoro come deve essere fatto.


Cerca sempre di lavorare per te stesso e per la tua crescita personale, perchè quando cambierai lavoro ciò che hai imparato te lo porterai via con te e questa esperienza, probabilmente si trasformerà in maggior guadagni.

CERCA DI ESSERE IL PRIMO

Solitamente cerchiamo di fare il minimo sforzo possibile al lavoro e cerchiamo di schivare la maggior parte delle cose extra lavorative.


Io credo che invece sia importante aderire a qualsiasi cosa che ti venga proposta, ad esempio un corso di formazione, un webinar gratuito, oppure accettare l’insegnamento di qualche collega.


Più competenze riesci ad acquisire, più sarai indispensabile all’azienda.


Quindi cerca di essere il primo ad acquisire competenze e ti troverai in vantaggio sugli altri.

RENDITI INDISPENSABILE

Al giorno d’oggi, putroppo, soprattutto nelle grandi aziende, tendono a consideraci come dei numeri, quanto meno noi crediamo che sia cosi.


Invece, in base alla mia esperienza, non è proprio vero!


Anche se crediamo di essere delle piccole pedine in una grande scacchiera, in verità ognuno di noi può fare la differenza, anche nelle grandi aziende.


Quando sei in una situazione di grande competizione, devi renderti indispensabile per emergere dalla massa.


Cerca di concentrarti su competenze specifiche, oppure su specifici lavori che richiedono un maggior impegno.


In un primo momento richiederà maggior fatica, ma sul lungo termine sono sicuro che ti metterà in una posizione favorevole e magari in alcuni casi anche di poter dettare le regole.

SI TE STESSO, SEMPRE!

Non rassegnarti ad eseguire, ma esegui con i tuoi metodi!


Non limitarti a dire “..faccio così, perchè le fanno tutti..”


Devi renderti conto che tu sei speciale, e non devi avere paura di farlo vedere.


Col tempo ho capito che se voglio stare bene al lavoro, devo lavorare a mio modo!


Imporsi non vuol dire mancare di rispetto, ma vuol dire crearsi la propria zona di confort per lavorare meglio ed essere più produttivi.


Se qualcuno t’impone il proprio metodo, sicuramente ti sentirai fuori luogo e frustrato!


Fidati che chi ti sta attorno, quando capirà il tuo stile, si adatterà ai tuoi metodi.

Non credo che sia giusto plasmarsi agli altri, ma credo che sia possibile plasmare ciò che ci circonda in base al nostro volere.

Rassegnarsi ad eseguire, non porta a nessun risultato, non diventare come tutti quelli che si lamentano e basta senza fare nulla per cambiare le cose.


Ricordati che solo i robot sono programmati per eseguire ordini!!

IL LAVORO NON E’ ARRIVARE ALLA PENSIONE

Non trovo giusto lavorare, solo per aspettare la pensione…


Passiamo più tempo al lavoro che con le persone a cui vogliamo bene, quindi credo che passare 40 (Visto il periodo..facciamo 50) anni di vita a fare un lavoro che non ci piace aspettando la pensione, non sia vita !


Il nostro obbiettivo dovrebbe essere quello di trovare soddisfazione nel lavoro, in ciò che produciamo.


Una volta, i nostri nonni, erano orgogliosi di essere ciò che facevano!

E se lo avevano fatto loro… era sicuramente il migliore ovunque!


Non trovo giusto neanche fozarci a fare qualcosa che non ci rende frustrati e insoddisfatti, solo perchè dobbiamo pagare il mutuo!


Il nostro cervello cerca sempre la strada più comoda e veloce, ma ricorda che nella vita c’è sempre una soluzione per cambiare le cose.

Devi solo trovare quella giusta per te


Credo che sia fondamentale rapportarsi con persone che svolgono mansioni totalmente diverse dalle tue, ti permettono di vedere le cose da un altro punto di vista, ti aiutano a risolvere i problemi e possono farti crescere a livello professionale.


Noi non possiamo sapere sempre tutto e soprattutto non possiamo fare tutto, quindi avere persone fidate, ti renderanno la vita più facile.

CERCA D’INTRECCIARE LE CONOSCENZE

Durante la mia carriera lavorativa, ho avuto modo di lavorare con tante persone diverse di diversi settori.


Sono riuscito a creare una rete di professionisti che mi aiutano e mi consigliano al meglio in caso di difficoltà, oppure faccio io lo stesso con loro.


Così facendo, riesco ad ampliare il mio campo d’azione, cosi quando si presenta un ostacolo, mi basta fare un paio di chiamate per risolverlo o per consigliare qualcuno che possa intervenire al posto mio.

Spero che questo articola ti abbia in qualche modo aiutato a vedere le cose sotto un’altra luce.
Grazie per il tempo che mi hai dedicato e ora METTITI AL LAVORO!

Classificazione: 4 su 5.

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: